Prodotti

Questi sono i prodotti che coltiviamo e trasformiamo abitualmente tutti gli anni. Tutte le produzioni da consumo sono secondo disponibilità. Il listino prezzi delle Farine e delle Patate lo potete scaricare qui mentre quello delle Piantine per i vostri Orti lo trovate qui

LE ANTICHE FARINE:

Tutte le farine sono rigorosamente macinate a pietra nei mulini tradizionali ancora presenti in Valtellina, alcuni ancora funzionanti ad’ acqua, la granulometria della farina rispetta l’uso tradizionale locale.

  • Farina di Grano Saraceno – macinata a grana tradizionale per polenta e macinata fine per pizzoccheri 
  • Farina di Segale autoctona – per pane e dolci 
  • Farina di Frumento Alpino Fiorina semente proveniente dalle Alpi Svizzere coltivata a Teglio
  • Farina di Mais Rosso – Macinata per polenta

CEREALI IN CHICCHI

  • Orzo mondo di Montagna – pilato a pietra ideale per minestre, orzotti e in insalata misto ad altri cereali e verdure
  • Segale di Teglio – come l’orzo è ideale per minestre, in insalata misto ad altri cereali e verdure

ORTAGGI DA CONSUMO

Gli Ortaggi da consumo sono generalmente pronti da fine Agosto, Autunno e Inverno. Patate precoci e alcune varietà di Cavoli per Luglio.

Prezzi su richiesta. Le quantità sono limitate!

PATATE DELLA BIODIVERSITA’ ALPINA DA PRO SPECIE RARA:

  • Otto Settimanelle – Proviene dai Grigioni. Tuberi piccoli ed allungati con buccia marrone e polpa giallo-bianca. Raccolta ed utilizzazione già in estate. Varietà dal sapore delicato ed aromatico, ideale per l’insalata di patate. PRECOCE pronta a luglio!
  • Parli –Coltivata nel 19imo secolo tra la Prettigovia e la Valle di Safien GR. Occhi molto incavati, polpa piuttosto asciutta. Ottimo sapore. Ideale per la preparazione di gnocchi e maluns. Si pelano facilmente dopo la cottura.
  • Blu di Svezia – Tubero ovale di grandezza media. Buccia e polpa blu. Miglior resa fra le varietà blu. La colorazione blu si perde molto durante la cottura e riacquista vivace intensità raffreddando.
  • Patate Verrayes –Varietà originaria di Verrayes. Coltivata nella Val d’Aosta almeno a partire dalla seconda guerra mondiale. Buccia macchiata di viola. Tuberi irregolari e spigolosi. Buon sapore. Adatta per gli gnocchi.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.