Il Grano Saraceno Siberiano Valtellinese (Fagopyrum Tataricum)

Nel 2010 ho intrapreso il recupero del Grano Saraceno Siberiano (Fagopyrum Tataricum) varietà autoctona della Valtellina, portata a Bormio nella seconda metà del 1700 dall’Abate Ignazio Bardea.

A volte bistrattata, in media e bassa Valle, è una vera agrobiodiversità territoriale che nei secoli passati era presente e diffusa sia sull’arco Alpino che sugli Appennini dove è da tempo scomparsa.  A testimonianza della sua presenza condivido con voi questo documento, copia ottenuta grazie all’amico Massimo Angelini, che ne attesta la presenza in Liguria nel 1700.

In Valtellina si è mantenuta perché da sempre presente, considerata come “infestante”, nella coltivazione del Grano Sarceno Comune (Fagopyrum Esculentum).

Paradossalmente rischiava di scomparire perché molti, per evitare il “fastidio” generato dalla sua presenza, preferivano coltivare Grano Saraceno Comune di importazione che ibrida i nostri ecotipi tradizionali e mette così a rischio di perdere altre agrobiodiversità Alpine.

Una grossa mano alla conservazione di questa varietà che invece è una possibile risorsa per il futuro l’ha dato l’interesse e la disponibilità dell’Università della Montagna di Edolo, Facoltà di Agraria di Milano.

Assieme a loro nel 2017 abbiamo dato vita ad un progetto di coltivazione a Teglio (SO), seguito poi nel 2018 da uno studio e da analisi che hanno evidenziato le caratteristiche di questa varietà confermando oltre tutto l’utilizzo dei semi (farina) e della pianta quale alimento nutraceutico e funzionale.

E’ secondo il mio pensiero un utile passo per garantire che non scompaia e possa diventare un ‘opportunità da utilizzare nel prossimo futuro per riprendere le coltivazioni nelle terre alte (cresce sino a quasi 2.000 mt.s.l.m.) e così contribuire ad evitare l’abbandono dei territori.

A coronamento di tutto questo lavoro si è riusciti ad inserire la varietà autoctona nel Registro Nazionale delle Varietà di Specie Agrarie e Ortive da Conservazione e il giorno 28/9/2018 ad Edolo potrete tutti partecipare all’audizione pubblica che accompagna questa registrazione.

Vi aspettiamo numerosi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.