Il Consorzio della Quarantina a Idem Con Patate

Ventiquattrore prima dell’inizio di Idem Con Patate,  nel mio laboratorio troneggiavano due pacchi uno giallo e l’altro marrone. Il primo con la sua aria efficiente poteva arrivare solo da Pro Specie Rara fondazione di una nazione in cui il mantenimento della biodiversità è una priorità, l’altro, quello di “cartone” classico nostrano, che si porta dietro un passato tutto di precarietà, di fuga, di emigrazione era sicuramente italiano. Mi domandavo se  una volta aperte, l’individuale bellezza delle patate che contenevano, sarebbe stata in grado di testimoniare, in qualche modo, il vantaggio di agire in uno Stato che cura e preserva quanto contiene piuttosto che vivere in un Paese che fa di tutto per perdere, distruggere e dimenticare quanto di bello e prezioso possiede ma, non avendo risposta, mi sono affidato alla forza di quanto avrei visto al di là degli involucri.

fabrizio-bottari

Le patate di Fabrizio Bottari erano bellissime esattamente  come quelle di Pro Specie Rara e non poteva essere altrimenti.

Avevo davanti agli occhi una trentina di elementi di una collezione, credo più di 350, che lego nominalmente alla Quarantina, un consorzio fatto da contadini,  perché è frutto sì dell’amore che Fabrizio ha per questo tubero ma anche dello stimolo di Massimo Angelini che intuì molti anni fa l’importanza di questi gesti e  del contesto che il Consorzio ha saputo creare loro intorno.

Un territorio, tra le montagne liguri,  è stato in grado di recuperare alcune varietà locali, rimetterle in produzione e farle diventare una fonte di reddito per gli agricoltori al di fuori di qualsiasi contesto istituzionale. Tra questi c’è Fabrizio Bottari, un contadino rubato alla consulenza civilistico/fiscale, che, oltre ad avere partecipato insieme agli altri sui colleghi a tutto il processo, si è messo a scandagliare tutto il mondo per recuperare altre varietà di patate mettendole insieme e riproducendole tutti gli anni.

Il pacco è arrivato solo ieri perché erano state raccolte due giorni prima. Non sono ancora andato a trovarlo ma il campo catalogo dove viene riprodotta la collezione di patate mi hanno detto che è uno spettacolo e come potrebbe essere altrimenti!!!

bed-and-breakfast-villa-rocca

Di recente Fabrizio ha aperto il B&B Villa Rocca con l’idea che sia comodo per tutti noi avvicinarsi a quanto lui sta facendo per la biodiversità vivendola di persona. Se lo andate a trovare avrete la possibilità di passare del tempo in una valle, quella dell’Aveto, incantevole e potrete capire come si ottengono nuove varietà di patate, come si mantengono tante varietà insieme e soprattutto godere delle sue conserve, dei sui succhi e molto altro. Ha un ribes nero che è uno spettacolo, al palato oltre che alla vista. Lo sciroppo di rose è un’altra intuizione da non sottovalutare e poi cosa c’è meglio che farsi raccontare direttamente  da Fabrizio le storie che ha pubblicato in questi anni?

Sono sicuro che è la sua passione per i “reportage” che l’ha convinto a far rivivere quelli che John Steinbeck, nell’ottobre del ’36, pubblicò per il californiano San Francisco News.

Steinbeck, in una serie di sette articoli, raccontò la condizione dei lavoratori migranti provenienti dagli stati del Midwest, colpito non solo dalle siccità ma anche dall’espulsione dei mezzadri, non più competitivi per l’avvento della trattrice e della industrializzazione dell’agricoltura. Uomini espulsi dalle terre, trasformati in braccianti, vaganti nei campi, in alloggi di fortuna, costretti a vendersi per salari sempre più bassi, a dover pagare l’affitto con le misere cose date loro per la sopravvivenza giornaliera, in balia del pusher, il sorvegliante dei campi, che detta il ritmo durante la raccolta nel campo, E poi le condizioni sanitarie e le misere condizioni igieniche, con i bambini esposti alle epidemie e alla denutrizione, gli interventi a sostegno come al solito inefficaci, l’ostilità spesso della popolazione delle città nei confronti dei migranti, le divisioni create tra questi nuovi migranti interni e quelli provenienti da fuori e così via. È interessante anche per capire come certi meccanismi economici e sociali agiscano come veri e propri “dispositivi” ed entrano in funzione, in luoghi, tempi, paesi e condizioni diverse ma per riprodurre sempre lo stesso risultato di una”accumulazione primitiva”, a favore un profitto privato e ai danni del resto della società. Insomma, sembra di leggere le descrizioni odierne dei campi di raccolta dei pomodori nel foggiano o altri luoghi. [Segue..]

contadini-sulla-strada-di-fabrizio-bottari

Ma ecco l’elenco delle patate che potrete vedere a Idem Con Patate. L’occasione è ghiotta non mancate di passare da Chiuro!!!

  • FLOURBALL
  • BLUE CHRISTIE
  • KIPFLER BRAUN
  • CATRIONA
  • HERD LADDIE
  • DUMBAR STANDARD
  • FRAM
  • RECORD
  • TENNAER
  • STOBRAWA
  • SIEGLINDE
  • TURCHESA
  • SARPO MIRO
  • HANNIBAL
  • ROSSA DI CETICA

 

consorzio-della-quarantina-patata-rosa-di-cetica

  • MORELLA
  • KING EDWARD VIII
  • RYECROFT PURPLE
  • DUKE OF YORK
  • RUSSET BURBANK
  • ULSTER CHIEFTAIN
  • DOON STAR
  • GREAT SCOT
  • VIOLA DI MASONE
  • PURPLE PERUVIAN
  • GIANA RIUNDA
  • GUARDA

Sono sicuro che se avete già scorso l’elenco delle patate che Pro Specie Rara ci ha mandato per Idem Con Patate vi sarete accorti perché ho iniziato a scrivere questo pezzo sottolineando le differenze delle confezioni!!! Appena finita la manifestazione telefono a Fabrizio e faremo in modo che anche per le patate italiane esista la loro scheda descrittiva.

idem-con-patate

Intanto non perdete l’occasione di vederle di persona.

Annunci

One Comment Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...